Disturbo dello stomaco e del primo tratto dell'intestino (duodeno). Le cause di questa forma di gastroduodenite sono svariate: cattive abitudini alimentari,gastrite acuta mal curata,una dentatura mal curata,l'abitudine di non masticare o di inghiottire cibi troppo caldi o bibite troppo fredde,l'abuso di alcolici,malattie quali la gotta,il diabete,l'ipertiroidismo,l'insufficienza renale o forme batteriche che interessano l'intestino o la cistifellea. Il gastritico ha spesso nausea e sapore sgradevole in bocca,raggiunge presto la sazietà e ha spesso sensazione di gonfiore e pesantezza. Dopo il pasto sopraggiungono sbadigli,eruttazioni acide,bruciori,sonnolenza. L'intestino è irregolare,in genere stitico. Tutti questi disturbi portano a diminuire l'alimentazione e,dunque,al dimagrimento. Anche dal punto di vista psichico i soggetti gastritici hanno molte ripercussioni: sono spesso irritabili,scontenti e depressi. Come nelle altre malattie dello stomaco,la prima cosa da osservare per curare la gastrite,è una giusta dieta. É necessario mangiare lentamente masticando bene e si devono consumare pasti poco abbondanti ma in modo frequente. I cibi devono essere semplici e bisogna evitare alcolici e caffè. É consigliabile mangiare minestrine o pasta e riso asciutti,in bianco o con pomodoro fresco,carni e pesci magri,uova,formaggi non stagionati e non piccanti,verdure bollite ed evitare i legumi. Si consiglia visita gastroenterologica.