É una malattia infettiva provocata dall'ingestione di cibi contaminati da un batterio,la Shigella. I microorganismi responsabili vengono eliminati con le feci,sia durante la malattia,sia durante il periodo della convalescenza. Se si ingeriscono alimenti infetti,essi possono penetrare,ancora vivi,nel tubo digerente,superare lo stomaco e raggiungere l'intestino. La malattia ha inizio con violenti dolori addominali e conseguente necessità di defecare (premito a questo sintomo segue la sensazione di peso nella regione dell'ano che induce il soggetto a liberarsi (Tenèsmo rettale). Le feci diventano sempre più liquide mescolate a muco,pus e sangue,la febbre può essere molto alta. Le condizioni generali,dovute alla gran perdita di liquidi e di sali e all'impossibilità di ingerire bevande a causa del vomito,sono molto compromesse. La dieta consiste in brodo vegetale,riso ben cotto,succhi di frutta; solo successivamente si possono ingerire brodo sgrassato,carne bianca,latte scremato. Utile visita dell'infettivologo.