Prelievo di un frammento di tessuto del retto (ultima parte dell'intestino e,dunque,dell'apparato digerente). Il prelievo è effettuato attraverso un endoscopio,vale a dire un apparecchio speciale (tubo sottile) fornito di un sistema di illuminazione,che è inserito nel retto attraverso l'ano. Il tessuto asportato è inviato in laboratorio e sottoposto ad esame al microscopio (esame istologico). Lo scopo è individuare l'eventuale presenza di cellule anomale (ad esempio cellule tumorali).