CHE COS'E': E' caratterizzato da un aumento dei corpi chetonici (sostanze nocive prodotte dall'organismo,quando brucia i grassi per ricavarne energia). Nei bambini può manifestarsi in seguito ad una malattia infettiva,ad un breve digiuno,ad un'alimentazione povera di zuccheri,ad uno sforzo fisico eccessivo. COME SI MANIFESTA: I sintomi sono: il vomito continuo,la sete intensa dovuta alla perdita di liquidi,la bocca e le labbra secche,la stitichezza e l'addome contratto e dolente. Il bambino mostra un aspetto sofferente,il viso è pallido e tirato,gli occhi sono infossati. Inoltre,l'alito ha un odore acido. Il vomito acetonico,che può comparire verso i due anni,può ripetersi negli anni successivi fino all'epoca della pubertà (età dello sviluppo),quando scomparirà. Durante la crisi di vomito acetonico,il bambino deve stare a letto,l'alimentazione deve essere sospesa e,se il vomito è insistente,è necessario somministrare solo qualche cucchiaino di acqua zuccherata o piccoli pezzetti di ghiaccio da tenere tra le labbra. La somministrazione di una soluzione salina con aggiunta di zucchero per clistere è utile per combattere l'acidosi. L'alimentazione va ripresa dopo qualche giorno,prima con tè zuccherato e crema di riso,poi con una dieta ricca di zuccheri e poverissima di grassi. Si consiglia visita pediatrica.