Tra gli esami al quale ognuno di noi dovrebbe sottoporsi periodicamente ci sono sicuramente le analisi del sangue.

Gli esperti consigliano di fare un prelievo almeno ogni sei mesi, farlo analizzare dal proprio medico curante e tenersi sotto controllo, per evitare di trascurare il proprio corpo e lasciare che un eventuale piccolo problema faccia il suo corso aggravandosi.


L’analisi del sangue consiste nel prelevare da una vena, generalmente quella presente sull’avambraccio, una piccola quantità di sangue. Si effettua in centri specializzati e fa’ parte delle analisi cliniche più diffuse e decisamente indolori.


Il prelievo del sangue viene effettuato con una siringa ad ago sterile, dura pochi secondi, la quantità di sangue dipende dalla specificità dell’esame e la conservazione avviene in provette sterili.
Per non alterare troppo la composizione del sangue ed avere risultati poco attendibili, è preferibile prima di  effettuare l’esame osservare un digiuno di almeno 8 -12 ore.